Chiudi

CONFERENZA DEI SINDACI

La conferenza è composta da tutti i 195 sindaci, o loro delegati, dei comuni compresi nel territorio dell’Agenzia di tutela della salute (ATS) Città Metropolitana di Milano.
Come stabilito dalla DGR n. 5507 del 02/08/2016, in ordine alla peculiarità territoriale di ATS Città Metropolitana di Milano, al fine di garantire un’operatività rispondente ai bisogni sociosanitari e socio assistenziali differenziati delle aree di riferimento e assicurare una proporzionale ed equa rappresentanza istituzionale, espressione dell’intero territorio, la conferenza dell’ATS Città Metropolitana di Milano è articolata nelle seguenti sezioni:
 sezione del Comune di Milano;
 sezione Metropolitana comprendente i 194 restanti comuni del territorio ricadente nell’ambito territoriale dell’ATS.

La conferenza è organismo istituzionale dell’ATS ed ha la sua sede presso l'agenzia stessa, in Corso Italia 19, 20122 Milano, presso la Direzione Generale di ATS.

La sezione del Comune di Milano è composta da:
- sindaco o assessore delegato che la presiede;
- presidenti dei Municipi.

La Sezione Metropolitana si articola ulteriormente in:
 Conferenza dei Sindaci;
 Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci;
 Assemblee dei sindaci del distretto;
 Assemblee dei sindaci dell’ambito distrettuale.

La conferenza dell’ATS esercita le proprie funzioni in attuazione dell'art. 3, comma 14, del D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502 «Riordino della disciplina in materia sanitaria a norma dell'art. 1 della L. 23 ottobre 1992, n. 421», e dell'art. 20 della l.r 30 dicembre 2009, n. 33 «Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità».
La Conferenza elegge Presidente e vice Presidente, che rivestono la medesima funzione anche nel Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci (composto da altri tre componenti, eletti sempre dalla Conferenza).
La Conferenza dei Sindaci attraverso il Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci attua l’esercizio delle sue funzioni in un’ottica di indirizzo programmatorio provinciale favorendo lo sviluppo di politiche di welfare territoriale integrate tra la sfera sociale di competenza comunale/Ambito Territoriale e quella sociosanitaria e sanitaria in capo a Regione Lombardia e all’ATS.

La conferenza:
 formula, nell'ambito della programmazione territoriale dell'ATS di competenza, proposte per l'organizzazione territoriale dell'attività sociosanitaria e socioassistenziale, con l'espressione di un parere obbligatorio entro 30 giorni dalla comunicazione della richiesta sulle linee guida per l'integrazione sociosanitaria e sociale. Partecipa inoltre alla definizione dei piani sociosanitari territoriali all'interno delle cabine di regia di cui all'art. 6 comma 6 lettera f) della l.r. 33/2009 istituite presso il dipartimento della programmazione per l’integrazione delle prestazioni sociosanitarie con quelle sociali;
 partecipa alla verifica dello stato di attuazione dei programmi e dei progetti di competenza delle ATS con particolare riferimento a quelli relativi alle ASST e agli IRCCS di diritto pubblico afferenti all’ATS di cui all’allegato 1 l.r. 33/2009;
 promuove l'integrazione delle prestazioni e/o delle funzioni sociali, con le funzioni e/o le prestazioni dell'offerta sanitaria e sociosanitaria anche favorendo, a tal fine, la costituzione tra i comuni di enti o soggetti aventi personalità giuridica;
 esprime il proprio parere obbligatorio sulla finalizzazione e sulla distribuzione territoriale delle risorse finanziarie entro 30 giorni dalla comunicazione della richiesta; in caso di mancata espressione del parere favorevole entro il termine predetto, lo stesso si intende acquisito.


Torna su