Chiudi

Piano Mirato di Prevenzione del rischio da inalazione di atmosfere povere di ossigeno

 Con delibera di G.R. XI/164 del 29 maggio 2018 Regione Lombardia, a fronte del significativo incremento del numero di infortuni gravi e mortali occorsi da inizio 2018, ha ritenuto imperativo incrementare il numero di imprese da sottoporre a controllo e quindi incrementare il numero dei controlli, attraverso un Piano Straordinario di Intervento.
Per poter raggiungere l’incremento delle attività di prevenzione e di contrasto al fenomeno infortunistico si è ritenuto di affiancare alle tipologie tradizionali di controllo un approccio sistemico più efficace, capace di coniugare e modulare azioni di vigilanza con azioni di assistenza alle imprese. Alla luce delle esperienze realizzate da alcune ATS Lombarde nell’ultimo quinquennio il modello di riferimento è quello dei Piani Mirati di Prevenzione, da intendersi come percorsi strutturati di prevenzione. Sono processi innovativi, che coinvolgono contestualmente più aziende, che utilizzano più strumenti di intervento, quali formazione, seminari, processi di autovalutazione e
valutazione dei rischi collegiali, ispezioni e audit.
Questo approccio, che coinvolge le istituzioni, le parti sociali e le associazioni di categoria, punta a stimolare la volontà e le capacità delle figure della prevenzione presenti in azienda ad adottare soluzioni e innescare il miglioramento continuo e duraturo delle condizioni di sicurezza in azienda.
Recentemente nel territorio di ATS Città Metropolitana di Milano è accaduto un infortunio mortale collettivo, in seguito ad asfissia dovuta alla carenza di ossigeno, sostituito da argon fuoriuscito dall’impianto dove veniva utilizzato come gas inertizzante.
In considerazione di quanto sopra evidenziato si è provveduto a censire quelle situazioni che potrebbero presentare fattori di rischio tali da determinare o favorire il succedersi di eventi infortunistici e pertanto è stato progettato e programmato un piano mirato di prevenzione inserito nel “Protocollo d’Intesa per potenziare la sicurezza sul lavoro in ambiti particolarmente a rischio” sottoscritto presso la  Prefettura di Milano.
Il Piano Mirato prevede di coinvolgere, nel periodo 2019-2020, una selezione significativa di aziende, del territorio di ATS Città Metropolitana di Milano.
Dopo aver condiviso il Piano con le parti sociali – Associazioni e Organizzazioni Sindacali di categoria – il campione di aziende è stato invitato a compilare una scheda di autovalutazione, relativa ai processi di analisi e valutazione del possibile rischio da inalazione di atmosfere povere di ossigeno presente in azienda.
La scheda di autovalutazione è stata presentata durante un incontro specifico con le aziende e dovrà essere compilata entro il 31 agosto 2019.
A  partire dal settembre 2019, sarà effettuata una campagna di vigilanza da parte di ATS attraverso l’analisi delle schede e dei documenti ricevuti, audit e attività ispettiva sul campo. La scelta delle aziende da sottoporre a vigilanza sarà orientata in prima istanza alle aziende che non hanno compilato la scheda di autovalutazione. 

Compila la scheda di autovalutazione QUI

I materiali presentati al convegno sono disponibili QUI

 







TitoloData Inizio ValiditaFile
A222-MS001 QT-Ambienti sotto ossigenati rev00 04/04/2018
Guida compilazione scheda autovalutazione_gas tecnici 24/06/2019
Pericoli relativi ai gas inerti e alla carenza di ossigeno 31/05/2019
Questionario survey monkey_Gas tecnici 24/06/2019


Torna su