Chiudi

Una Scuola che promuove salute: percorsi integrati tra scuola e ATS

 

Rivolto a: Istituti scolastici del territorio: insegnanti, dirigenti, ATA, studenti, genitori

ATS collabora con gli Uffici Scolastici e le Scuole del proprio territorio allo sviluppo del programma SpS,  svolgendo un ruolo di orientamento, di monitoraggio e di consulenza scientifico-metodologica nel  processo di miglioramento, contribuendo alla formazione dei docenti e alla individuazione di buone pratiche. ATS è inoltre attivamente impegnata nel coinvolgere un numero sempre maggiore di Istituti nella Rete SPS. 

Il profilo di salute è lo strumento che definisce piani di miglioramento per lo sviluppo di competenze individuali, la qualificazione dell’ambiente sociale, il miglioramento dell’ambiente strutturale e organizzativo e il rafforzamento della collaborazione con la comunità locale. Il monitoraggio del profilo di salute rappresenta un’opportunità importante per orientare le azioni ATS nell’organizzazione della propria offerta alle scuole. Nel 2016 ATS ha analizzato il profilo di salute di un campione di 105 scuole che hanno aderito al modello SpS. Dello studio riportiamo solo alcuni risultati: l’approccio sistemico SpS è attuato dal 74% dei dichiaranti; il 60% delle scuole adotta un curriculum formativo strutturato sullo sviluppo di competenze su di tematiche di salute,  il 51% s'impegna ad affrontare le tematiche di salute in modo integrato e interdisciplinare sono; il 41% sviluppa nel proprio curriculum almeno 4 tematiche (alimentazione, movimento, sicurezza, dipendenze). Il 55% delle scuole dichiara di dare indicazioni, in occasione di feste (compleanno, natale, carnevale, altro), per evitare il consumo di  “cibo spazzatura” e di bibite zuccherate/dolcificate a favore di cibi e bevande più sane. Le scuole che s'impegnano a migliorare il clima relazionale realizzando indagini,  definendo modalità per gestire i conflitti e valorizzando le competenze di tutti sono il 30%. Il 54% delle scuole dichiara di qualificare gli spazi fisici con criteri di sicurezza, salubrità, sostenibilità ambientale e piacevolezza, inoltre il 63% favorisce la realizzazione di interventi di personalizzazione degli ambienti da parte degli allievi, docenti, genitori. Solo il 38% delle scuole ricerca la collaborazione con le famiglie nella programmazione orientata alla promozione della salute, mentre il 46% ricerca la collaborazione con l'ATS.

Per promuovere il modello SpS a tutte le scuole del territorio e per favorirne la realizzazione da parte delle scuole, come descritto nelle linee guida e negli accordi (Dichiarazione di Vilnius, Carta d’Iseo), l’ATS ha elaborato interventi chiave a sostegno del programma:
Promuovere il modello SpS a tutte le scuole del territorio: tutte le scuole verranno invitate a partecipare agli eventi di promozione e formazione programmati (eventi, convegni e incontri organizzati insieme agli Uffici Scolastici)
Favorire la realizzazione di una SpS da parte delle scuole attraverso una consulenza a dirigenti, referenti per la salute, docenti, gruppi di lavoro o commissioni, fornendo indicazioni per orientare gli interventi verso azioni prioritarie di miglioramento per la salute e il benessere di tutti
Contribuire alla formazione dei docenti attraverso l’organizzazione di incontri e laboratori orientati alla pianificazione di un curriculum educativo, allo sviluppo delle maggiori tematiche di salute attraverso la metodologia Skills for Life e Peer education, alla attuazione di strategie, buone pratiche e opportunità proprie di una SpS, utilizzando tecniche interattive per lo sviluppo di conoscenze aggiornate, di consapevolezza critica e di azioni di miglioramento efficaci e sostenibili. Tra le tematiche prevalenti: alimentazione, movimento, sicurezza, dipendenze, igiene personale e della bocca, benessere relazionale, affettività, sessualità, ambiente, corretto utilizzo delle tecnologie e dei dispositivi digitali
Facilitare la condivisione di esperienze positive/buone pratiche delle scuole e celebrazione dei risultati attraverso l’organizzazione di eventi pubblici
Comunicare con scuole e stakeholder attraverso  la diffusione di materiale promozionale / divulgativo utile a veicolare contenuti, suggerimenti, approfondimenti su tematiche di salute, report e sorveglianza epidemiologica (Okkio, HBSC, materiale didattico per le scuole).  Utilizzo di social (pagina face book) per divulgare informazioni ed  esperienze sfruttando l’effetto virale
Sostenere alleanze con stakeholder, enti, associazioni, università, aziende del territorio con i quali costruire una rete per azioni condivise


 


Torna su