Chiudi

Prevenzione dipendenze e promozione della salute nell’Area Carcere

 

Promuovere salute e fare prevenzione dei comportamenti a rischio negli istituti penitenziari risponde al diritto di salute, e della sua tutela, costituzionalmente sancito per ogni individuo. Il lavoro preventivo che si realizza nell’ambito carcerario tiene conto, ove possibile, delle specificità del contesto (es. casa circondariale o casa di reclusione, caratteristiche del reparto), dello stato di esecuzione della pena detentiva (es. lunga carcerazione, pena alternativa) e della forte componente di stranieri presenti sul totale della popolazione carceraria.In generale, si tratta di realizzare interventi di prevenzione selettiva. 
Da una parte, in particolare con i detenuti aventi pregressi di dipendenza, si propone un lavoro preventivo in grado di valorizzare l’esperienza di allontanamento dal consumo (astinenza) e di rinforzare l’autostima, al fine di assumere comportamenti auto tutelanti dal rischio di ricaduta. 

Dall’altra, si propone un lavoro in grado di potenziare risorse e capacità (skills) che contribuiscano ad accrescere nei detenuti anche una maggiore consapevolezza del ruolo genitoriale, reale o potenziale, affinchè la valenza preventiva agita nel lavoro educativo abbia ricadute sui soggetti (figli, ma non solo) all’esterno del carcere.






Torna su