Chiudi

Demenza

 

Con il progressivo allungamento della vita, stanno assumendo sempre maggiore importanza le problematiche correlate all’ invecchiamento e, tra queste, i disturbi cognitivi e del comportamento.

La demenza è una sindrome che può essere causata da varie malattie progressive che colpiscono la memoria, il pensiero, il comportamento e la capacità di svolgere le normali attività quotidiane della vita, interferendo con le usuali attività sociali e relazionali della persona. 

La Malattia di Alzheimer è la più comune causa di demenza e rappresenta il 60% delle demenze. 

Sebbene la demenza colpisca prevalentemente le persone anziane, in alcuni casi l’esordio può avvenire anche prima dei 65 anni. Dopo i 65 anni la probabilità di essere colpiti da demenza raddoppia circa ogni 5 anni. 

Il quadro clinico subisce nel tempo variazioni importanti che necessitano di interventi diagnostici, terapeutici ed assistenziali diversificati.
Con l’aggravarsi delle condizioni cliniche della persona affetta da demenza si assiste ad un incremento del peso assistenziale a carico dei familiari e ad un intensificarsi dei bisogni socio-sanitari. 

Il Medico di Famiglia più di ogni altra figura si trova a dover affrontare la gestione di questi pazienti nel loro lungo percorso di malattia; al medico spetta il compito di porre il sospetto diagnostico ed effettuare i primi accertamenti decidendo, se è il caso, l'invio a un Centro specialistico.
Il Medico di Famiglia può, anche prima della diagnosi, segnalare il paziente al Punto Fragilità del Distretto se sussistono problematiche di varia natura ( per es. necessità di un supporto psicologico per i familiari o per l’organizzazione dell’assistenza). 

La famiglia, spesso impreparata al difficile compito che dovrà svolgere, deve essere aiutata insieme al paziente affinché possa ricoprire un ruolo attivo e non si "ammali" a sua volta di stanchezza, sfiducia, depressione, isolamento sociale.

Il personale dei Punti Fragilità e Cure Domiciliari delle ASST può essere di aiuto alla famiglia informandola sui servizi disponibili, accompagnandola nella rete dei servizi territoriali, attivando risorse e costruendo una relazione. 

Nell’ambito del progetto "Percorso di cura ospedale-territorio per i pazienti con demenza" approvato dal Ministero della Salute e dalla Regione Lombardia, l’ex ASL Milano aveva realizzato questo strumento informatico, che l’ ATS della Città Metropolitana di Milano sta modificando adattandolo al nuovo contesto territoriale, pensando di offrire un servizio utile non solo alle Famiglie dei Malati ma anche ai Medici di Famiglia e agli Operatori del settore.



Torna su