Chiudi

Residenzialità per minori con gravissima disabilità


La residenzialità per minori disabili gravissimi è una misura volta a sostenere l’accoglienza di minori in condizioni di gravissima disabilità. Questa misura prevede una presa in carico sociosanitaria del minore affetto da gravissima disabilità, che verrà ospitato in una struttura residenziale adeguata ai suoi bisogni e caratterizzata da dimensioni e accoglienza di tipo familiare. 

Chi può accedere alla misura: 

  • Minori con gravissima disabilità, in condizioni di stabilità clinica certificata, che necessitano di assistenza continua, sanitaria e tutelare, nell’arco delle 24 ore che non può essere, di norma, garantita nel proprio contesto di vita;
  • Minori con gravissima disabilità, in condizioni di stabilità clinica certificata, che necessitano di assistenza continua, sanitaria e tutelare, nell’arco delle 24 h per i quali la famiglia, attraverso un significativo impegno di care, riesce a garantire l’assistenza nel proprio contesto di vita, ma necessita di temporanei interventi di supporto attraverso la misura.

 La misura risulta incompatibile nei casi di: 

  • instabilità clinica che presenta sintomatologia controllabile unicamente in contesto ospedaliero; 
  • minori con disturbi del neurosviluppo e disabilità complessa per i quali risultino più appropriati interventi riabilitativi ex art. 32 del DPCM 12 gennaio 2017;

 
Modalità di accesso
L’accesso alla misura può avvenire dal domicilio, dall’ospedale, da altra struttura, a seguito di richiesta presentata unicamente da parte dei genitori o di chi esercita la responsabilità genitoriale.

A chi deve essere inoltrata la richiesta

La richiesta deve essere inoltrata all’ATS di residenza del minore indipendentemente dalla provenienza della stessa (domicilio, ospedale, altra struttura). 
L’ATS assicura il coordinamento, e svolge la valutazione in équipe attivando a seconda delle necessità: UONPIA, reparti/servizi ospedalieri, specialisti di riferimento/Pediatri di famiglia/MMG, servizi della rete territoriale delle ASST, e l’Ambito/Comune di residenza del minore.

L’ammissione alla misura avviene sulla base dei punteggi derivanti dalle compromissioni rilevate nei diversi domini già previsti dalla DGR 7769/2018, che individua cut off differenziati per età. Sono due i livelli assistenziali previsti e rispettivamente, media ed alta intensità. Ai due diversi livelli corrispondono due diversi standard assistenziali e due profili di valorizzazione economica rivisti nella attuale DGR 1152/19 (allegata).

In caso di valutazione positiva per l’accesso alla misura l’ATS, congiuntamente a tutti gli attori coinvolti, provvederà a predisporre un progetto, che verrà condiviso con la famiglia e sottoscritto dalla stessa, con l’individuazione di obiettivi, aree di intervento e tempi di rivalutazione, comunque non superiori ai sei mesi.  In caso di esito negativo si provvederà ad accompagnare la famiglia verso altre soluzioni di tipo sociale e sociosanitario.




Per informazioni rivolgersi a:

UOC Percorsi Integrati per la Cronicità
Via Ricordi 1 – piano 2°
Tel: 02/8578.2601
mail: percorsicronicita@ats-milano.it 

 

Candidature RSD/CSS - Residenzialità minori gravissimi
Rilevazione disponibilità di RSD e CSS accreditate  per erogazione della misura residenzialità minori disabili gravissimi per l’anno 2019 – DGR 1152/2019


Regione Lombardia con DGR 1152/2019 ha stabilizzato la misura innovativa per l’accoglienza, anche temporanea, su posti letto di RSD e CSS accreditate di minori con disabilità gravissima che necessitano di una assistenza continua, sanitaria e tutelare, nell’arco delle 24 h.
Con l’intento di migliorare la prossimità dei servizi sul territorio lombardo, Regione ha disposto che ogni ATS rilevi annualmente le eventuali disponibilità di gestori di RSD e CSS accreditate del proprio territorio. Gli standard gestionali, organizzativi, strutturali e tecnologici da garantire sono dettagliati dalla DGR in oggetto.
La misura può essere erogata anche da enti gestori di RSD e CSS a contratto; in tali casi i posti devono essere “sospesi” dal contratto ordinario nel momento in cui vengono attivati per la misura.
 
Come presentare la dichiarazione di disponibilità per l’anno 2019
Gli enti gestori interessati all’inserimento nel registro ATS delle strutture disponibili alla erogazione della misura devono compilare l’allegato modulo, autocertificando il possesso  dei requisiti previsti,  che dovrà essere inviato a mezzo pec all’indirizzo mail protocollogenerale@pec.ats-milano.it.
Le candidature possono essere presentate nel corso dell’intero anno 2019. (Modulo in allegato in fondo pagina)

 

Elenco degli Enti attualmente a contratto con ATS della Città Metropolitana di Milano per la misura:

La casa di L'abilità via Cipro 8 - 20137 Milano


TitoloData Inizio ValiditaFile
Allegato A_residenzialità minori disabili 01/04/2019
DGR N XI 1152 del 21 Gennaio 2019 01/04/2019
Modulo disponibilità residenzialità minori gravissima disabilità 13/05/2019

Torna su