Chiudi

Trasporto Animali




La Normativa di riferimento è il Regolamento CE 1/2005 sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate che modifica le direttive 64/432/CEE e 93/119/CE e il Regolamento CE n. 1255/97.

Quando si applica: 

A tutti i trasporti di animali vertebrati vivi effettuati con finalità economiche (includendo tutti i trasporti che determinano o mirano a produrre direttamente o indirettamente un profitto) che possono essere eseguiti solo da trasportatori autorizzati ai sensi degli articolo 10 o 11 del Regolamento 1/2005 CE.

Quando non si applica:

Non si applica al trasporto degli animali:

non correlato ad attività a “carattere economico”
al seguito del loro proprietario
verso o da strutture sanitarie veterinarie (ambulatori, cliniche ecc..)

Questi tipi di trasporto NON hanno bisogno di autorizzazione.

Quando si applicano solo i criteri generali:

Non necessitano di AUTORIZZAZIONE ai sensi degli articolo 10 o 11 del Regolamento 1/2005, si applicano comunque le condizioni generali, per le seguenti tipologie:

i trasporti di animali effettuati dagli allevatori con veicoli agricoli o con i propri mezzi di trasporto nei casi in cui le circostanze geografiche richiedano il trasporto per transumanza stagionale di taluni tipi di animali;
i trasporti, effettuati dagli allevatori, dei propri animali, con i propri mezzi di trasporto per una distanza inferiore a 50 km dalla propria azienda.

NON NECESSITA DI AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO chi esegue trasporto di animali, anche se con finalità commerciali, per distanze inferiori ai 65 Km.

Possono essere richiesti due tipi di autorizzazione al trasporto:

TIPO 1 Attestato di autorizzazione dei trasportatori per viaggi della durata massima di 8 ore
TIPO 2 Attestato di autorizzazione dei trasportatori per viaggi della durata superiore alle 8 ore

L’autorità competente al rilascio di detta autorizzazione è la ATS territorialmente competente sulla sede operativa del trasportatore.

Gli attestati autorizzativi sono da considerarsi provvisori, il numero definitivo di autorizzazione potrà essere assegnato non appena il Ministero avrà istituito apposita banca dati.

Si informa che possibile scaricare l’intero testo del Regolamento CE 1/2005

Mezzi di trasporto

Per poter ottenere un autorizzazione di Tipo 1 (brevi viaggi) il trasportatore deve dimostrare di disporre di mezzi idonei. A tal fine, in Regione Lombardia, deve provvedere a presentare all’ATS competente sulla sede operativa del trasportatore apposita AUTOCERTIFICAZIONE su modello allegato (* qui inserire modulo).

Per poter ottenere un’autorizzazione di Tipo 2 (lunghi viaggi) il trasportatore deve dimostrare di disporre di mezzi omologati. Il certificato di omologazione per mezzi di trasporto su strada per viaggi della durata superiore alle 8 ore, previsto dall’art. 18 del regolamento 1/2005, va inteso come certificato di conformità del singolo automezzo ai requisiti sanitari e di benessere animale, anch’esso va richiesto alla ATS territorialmente competente in ragione della sede operativa del trasportatore.

Tali mezzi devono, infatti, garantire particolari requisiti tra i quali il Sistema di navigazione obbligatorio.

I mezzi di trasporto su strada che, sul territorio nazionale, raggiungono il luogo di destinazione finale senza superare le 12 ore di viaggio, possono essere esonerati dell’obbligo del certificato di omologazione; devono comunque possedere i requisiti superiori previsti dal Regolamento per gli automezzi che effettuano lunghi viaggi (superiori alle 8 ore).

Per viaggi superiori alle 8 ore tra Stati Membri e tra Stati Membri e Paesi Terzi di equidi domestici diversi dagli equidi registrati (*) e di animali domestici della specie bovina, ovina, caprina, e suina, risulta obbligatorio apposito “Giornale di viaggio” che sostituisce il ruolino di marcia.

(*) In conformità alla Dir. 90/427 si intendono per EQUIDI REGISTRATI solo animali iscritti a libri genealogici (a titolo esemplificativo sul passaporto devono essere riportati i dati dei genitori), per tale categoria di animali, oltre all’esonero dal giornale di viaggio, sono previste specifiche deroghe.

Il Certificato di Idoneità al trasporto, previsto dall'art 6 comma 5 del Regolamento 1/2005 è divenuto obbligatorio a partire dal 05.01.08; i corsi per rilasciare tali certificati possono essere organizzati, anche, da Enti Istituti Associazioni di categoria Associazioni professionali. Tali certificati dovranno, poi, essere "registrati" presso le ATS di residenza del conducente.

Le autorizzazioni al trasporto e le omologazioni hanno validità 5 anni e possono essere previsti limiti in funzione di criteri verificabili durante il trasporto (ad esempio sulle specie e sulle modalità strada, ferrovia etc.).

Il Certificato di Idoneità al trasporto è valido per 10 anni, anche tale certificato può essere limitato a specie o gruppi di determinate specie.

Scarica le Linee Guida di Regione Lombardia per Trasportatori, Conducenti, Guardiani * 

TitoloData Inizio ValiditaFile
A242-MD008 Autocertificazione trasporto equidi reg. CE 1_2005 rev00 20/02/2017
A242-MD009 Autocertificazione veicolo - viaggi rev00 20/02/2017
A242-MD026 Richiesta trasporto animali viaggi lunghi rev00 20/02/2017
A242-MD027 Richiesta omologazione automezzo trasporto animali rev00 20/02/2017
A242-MD030 Richiesta trasporto animali viaggi 8-12 ore rev00 20/02/2017
A242-MD031 Rinnovo certificato idoneità conducenti reg. CE 1_2005 rev01 07/07/2017


Torna su