Chiudi

L’ABC dello screening del colon-retto: chi, cosa, come, quando e perché

 

1. Cos’è il colon-retto?
Il colon retto (o intestino crasso) è il nome del tratto finale dell’intestino e termina a livello dell’ano.

2. Perché si fa lo screening del colon retto?
Il tumore maligno del colon-retto è il secondo tumore più frequente nelle donne ed il terzo negli uomini. Rappresenta, inoltre, la seconda causa di morte per tumore in Italia. 
È scientificamente provato che fare la ricerca del sangue occulto fecale ogni due anni dopo i 50 anni può salvare molte vite: si possono trovare tumori allo stadio iniziale e quindi più facilmente guaribili, o togliere dei piccoli polipi prima che diventino tumori.

3. A chi è offerto?
Viene consigliato, ogni due anni, a tutti i residenti nel territorio di ATS Milano (Città Metropolitana di Milano e Provincia di Lodi) tra i 50 e i 74 anni di età.
Se lei è residente e ha questa età, ma non ha ancora ricevuto la lettera, può chiamare il Numero Verde.

4. In cosa consiste?
Questo screening prevede un primo esame eseguito con il test del sangue occulto nelle feci. In caso di positività viene proposto un approfondimento tramite colonscopia.

5. Perché si cerca il sangue occulto nelle feci?

I tumori del colon retto si sviluppano molto lentamente a partire da piccole formazioni benigne, i polipi, che possono iniziare a sanguinare diversi anni prima della comparsa del tumore. Questo sangue, almeno all’inizio, non è visibile ad occhio nudo, ma può essere individuato con un esame delle feci. Se eliminato quando ancora piccolo, il tumore può essere curato definitivamente.

6. Perché lo screening non viene offerto a tutte le età?
Perché la maggioranza delle persone sviluppa questo tipo di tumori solo dopo i 50 anni e fare questo esame a partire da quell’età può salvare molte vite.

7. Posso fare l’esame anche se ho meno anni di quelli indicati? E se ne ho di più?
Sì, ma non all’interno del programma di screening. È consigliabile comunque chiedere al proprio medico curante in caso di dubbi.

8. Posso fare l’esame…
… se sono stato operato recentemente all’intestino? 
No, è meglio rivolgersi al proprio medico curante e concordare con lui il momento migliore in cui aderire al programma.

… se sto facendo chemioterapia? 
No, in genere è meglio attendere 3 mesi dalla fine della terapia. In caso di dubbi è possibile rivolgersi al proprio specialista.

… se sto facendo la radioterapia? 
Se la radioterapia riguarda un organo addominale è meglio attendere circa 3 mesi dalla fine del trattamento. Tale procedura potrebbe infatti incrementare il numero di risultati positivi anche in assenza di polipi.

… ci sono stati casi di tumore all’intestino nella mia famiglia?
È possibile partecipare allo screening. È tuttavia consigliato rivolgersi ad uno specialista per un percorso diagnostico personalizzato.

9. Ci sono alternative efficaci a questo esame? 
Il test del sangue occulto nelle feci è l’esame più semplice e sicuro per la ricerca di tumori del colon-retto. Solo in caso di positività, verrà proposta un’indagine più mirata: la colonscopia.

10. Perché si deve ripetere ogni 2 anni? 
È importante fare l’esame ogni due anni perché è dimostrato che questo test può salvare la vita solo se ripetuto regolarmente.

11. Perché non si fa subito la colonscopia? 
Perché è un esame più invasivo e costoso e non è indicato come primo test nelle persone sane.

12. Sono nel programma di screening e ho osservato tracce di sangue nelle feci, cosa faccio? 
Se le tracce di sangue sono visibili non è necessario effettuare il test, in quanto risulterebbe comunque positivo. È quindi indicato rivolgersi al proprio medico curante per indagare meglio le cause del sanguinamento.

13. Ho più di 50 anni, ma non ho ancora ricevuto la lettera di invito, cosa devo fare? 
Se sei residente nel territorio di ATS Milano (controlla qui il tuo Comune) puoi chiamare il Numero Verde: un operatore ti fornirà assistenza.





Questa pagina web è stata realizzata nel 2019, secondo i principi della chiarezza del linguaggio (plain language), e grazie al contributo fornito dall’opinione di donne come Lei! 
Se ha ulteriori osservazioni, le invii all’indirizzo mail del centro screening.: screening@ats-milano.it

Ultimo aggiornamento 31/01/2019


 






 




 

TitoloData Inizio ValiditaFile
Nessun Documento Inserito


Torna su