Chiudi

Ambulatori - Studi professionali




AMBULATORI

Si definiscono ambulatori quelle strutture nelle quali:

  • si praticano attività diagnostiche o terapeutiche di particolare complessità invasive e seminvasive in anestesia topica, locale, loco regionale;
  • nelle quali vi sia utilizzo di apparecchiature elettromedicali che comportano rischi per la salute del paziente, quali:

- apparecchiature radiologiche o con sorgenti radioattive;
- laser (classi 3, 3B e 4, ai sensi della norma CEI EN 60825‐1);

  • procedure diagnostiche o terapeutiche complesse e/o rischiose, identificabili come:
    - procedure che prevedono l’intervento contemporaneo di più operatori o endoscopie;
    - utilizzo di metodiche invasive o semi-invasive, ad esclusione di procedure semplici, quali quelle già indicate per i medici di medicina generale ed i pediatri di libera scelta previste nei rispettivi nomenclatori tariffari delle prestazioni aggiuntive 
  • attività esclusivamente o prevalentemente di diagnostica strumentale.

Rivestono inoltre lo status di ambulatorio:

  • le strutture sanitarie che fanno capo a società;
  • le strutture sanitarie in cui prevale l’aspetto organizzativo sul semplice atto professionale.
TitoloData Inizio ValiditaFile
A170-MD014 fac-simile Autocertificazione titoli personale medico rev01 28/09/2018
A170-MD015 fac.simile Autocertificazione titoli personale sanitario rev01 28/09/2018
A170-MD016 fac-simile Dichiarazione variazione dati struttura sanitaria rev02 28/09/2018
A170-MD018 fac-simile Accettazione incarico Direttore Sanitario rev01 28/09/2018
A170-MD024 fac-simile ALLEGATO F rev00 03/10/2018
A170-MD025 fac-simile ALLEGATO G rev00 03/10/2018
A170-MD026 fac-simile ALLEGATO H rev00 03/10/2018
A170-MS003 Informativa apertura attività ambulatoriale (SCIA) rev00 03/10/2018


STUDI PROFESSIONALI


Ai sensi di quanto definito nella DGR 5724/2001 sono studi professionali le attività “dove le prestazioni erogate non determinino procedure diagnostico terapeutiche di particolare complessità o che comportino un rischio per la sicurezza del paziente”.
La Comunicazione di Inizio Attività come studio professionale deve essere prodotta per l'apertura della propria struttura da parte di medici liberi professionisti e da tutti gli esercenti attività sanitaria ed abilitati a professioni sanitarie, svolte nel possesso dei titoli previsti dalla norma.
La Comunicazione di Inizio Attività come studio professionale può essere prodotta dagli studi associati (eccetto gli studi associati odontoiatrici e quelli nei quali viene svolta attività medica rientrante nelle specifiche di quelle ambulatoriali).
Le strutture sanitarie gestite da società in cui si svolgono attività configurabili come "studi professionali" dovranno presentare S.C.I.A. e possedere tutti i requisiti strutturali ed organizzativi degli ambulatori.
L'apertura di uno studio professionale è soggetta alla presentazione di Comunicazione di Inizio Attività che deve essere prodotta alla Unità Operativa Semplice di Igiene Pubblica Territoriale competente per territorio della ATS Città Metropolitana di Milano da parte del medico o dell'esercente la professione sanitaria.

TitoloData Inizio ValiditaFile
A170-MD013 fac-simile Comunicazione apertura studio professionale rev01 28/09/2018
A170-MD014 fac-simile Autocertificazione titoli personale medico rev01 28/09/2018
A170-MD015 fac.simile Autocertificazione titoli personale sanitario rev01 28/09/2018
A170-MS002 Informativa Studi professionali rev00 03/10/2018


Torna su