Interventi residenziali per persone in Stato Vegetativo

Pubblicato il 15/07/2021 alle 14:06
Ultima modifica: 04/04/2022 alle 14:06

Per le persone che si trovano nella condizione di stato vegetativo conseguente ad una grave cerebrolesione acquisita (traumi, ictus ischemici o emorragici ecc.…) e che necessitano per la loro assistenza di particolari cure non erogabili al domicilio, Regione Lombardia ha previsto il ricovero in RSA/RSD a totale carico del Fondo Sanitario Regionale.    

Le Linee guida regionali stabiliscono le modalità di gestione del percorso assistenziale dal momento dell’evento fino al termine del periodo riabilitativo ed il conseguente inserimento in Struttura di lungodegenza all’interno di specifici nuclei dedicati, nel caso in cui la famiglia scelga questa soluzione assistenziale.
Infatti, superata la fase acuta in reparto ospedaliero, prima dell’inserimento in RSA/RSD è necessario che la persona in stato vegetativo abbia effettuato un ricovero di stabilizzazione clinica presso una struttura riabilitativa idonea. 
Oltre ai criteri clinico-funzionali, le Linee guida regionali indicano come presupposti necessari per l’ingresso in Struttura di lungodegenza l’avvio delle procedure di:

  • accertamento di invalidità civile
  • attivazione di tutela giuridica (di solito Amministratore di Sostegno - AdS) al Tribunale di riferimento 

Per le persone residenti nel territorio di questa ATS la documentazione sociosanitaria necessaria per procedere alla valutazione di idoneità al ricovero nella Struttura scelta dalla famiglia va inviata dalla riabilitazione all' indirizzo email percorsicronicita@ats-milano.it