Elenco delle sezioni principali del sito:

INTERVENTI PER PERSONE IN DIPENDENZA VITALE

a

INTERVENTI PER PERSONE CON GRAVISSIME DISABILITA'                 

 

ai sensi della Delibera della Giunta Regionale Lombardia n° 5940 del 5/12/2016, misura B1 

 

Regione Lombardia, con Delibera di Giunta Regionale 5940  del 5/12/2016,ha approvato il programma operativo regionale a favore delle persone con gravissima disabilità. Con questa delibera la Regione fissa le regole per la modalità di utilizzo per parte di un fondo annuale proveniente dal Ministero (Fondo per le Non Autosufficienze), secondo le indicazioni contenute nel Decreto Interministeriale del 3 novembre 2016.  

 

QUALI SONO GLI INTERVENTI PREVISTI DALLA MISURA PREVISTA DA REGIONE LOMBARDIA (MISURA B1)

Per le persone in condizione di disabilità gravissime, Regione Lombardia ha previsto che l’ATS di residenza possa erogare:

Un buono mensile di € 1000, erogato senza limiti di reddito e finalizzato a compensare le prestazioni di assistenza e monitoraggio assicurate dal care giver familiare e/o da assistente familiare impiegato con regolare contratto. 

Un voucher socio sanitario mensile erogato:

  • fino ad un massimo di € 360 a favore di persone adulte per il miglioramento della qualità della vita loro e delle loro famiglie, a titolo esemplificativo:
    • per il mantenimento del benessere psicofisico
    • la promozione del loro inserimento/inclusione sociale
    • il sostegno della famiglia/assistente familiare con interventi di sollievo e su supporto alle relazioni familiari
  • fino ad un massimo di € 500 per i minori per la realizzazione di progetti, volti al miglioramento della qualità della vita degli stessi e delle loro famiglie, in via orientativa e non esaustiva:
    • favorire il benessere del minore sviluppando percorsi orientati a promuovere il suo inserimento/inclusione sociale
    • sostenere la famiglia anche attraverso interventi di sollievo e di supporto alle relazioni familiari.

 

CHI HA DIRITTO ALLA MISURA PREVISTA DA REGIONE LOMBARDIA (MISURA B1)

Hanno diritto alla misura B1 (Buono economico e voucher) le persone al domicilio in condizione di disabilità gravissima, purchè residenti in ATS della città Metropolitana di Milano, in base ai criteri qui stabiliti: 

  • di qualsiasi età;
  • beneficiarie dell’indennità di accompagnamento ai sensi della legge 18/1980 oppure definite non autosufficienti ai sensi dell’all 3 del DPCM 159/2013
  • per le quali sia verificata almeno una delle seguenti condizioni:

a) persone in condizione di coma, Stato Vegetativo SV), oppure in Stato di Minima Coscienza (SMC) e con punteggio della scala Glasgow Coma Scale  (GCS)<=10;
b) persone dipendenti da ventilazione meccanica assistita o non invasiva continuativa (24/7)
c) persone con grave o gravissimo stato di demenza con un punteggio sulla scala Clinical Dementia Scale (CDRS)>=4;
d) persone con lesioni spinali fra C0/C5, di qualsiasi natura, con livello della lesione, identificata dal livello sulla scala ASIA Impairment Scale (AIS) di grado A o B. Nel caso di lesioni con esiti asimmetrici ambedue le lateralità devono essere valutate con lesione di grado A o B;
e) persone con gravissima compromissione motoria da patologia neurologica o muscolare con bilancio muscolare complessivo ≤ 1 ai 4 arti alla scala Medical Research Council (MRC), o con punteggio alla Expanded Disability Status Scale (EDSS) ≥ 9, o in stadio 5 di Hoehn e Yahr mod;
f) persone con deprivazione sensoriale complessa intesa come compresenza di minorazione visiva totale o con residuo visivo non superiore a 1/20 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore, anche con eventuale correzione o con residuo perimetrico binoculare inferiore al 10 per cento e ipoacusia, a prescindere dall’epoca di insorgenza, pari o superiore a 90 decibel HTL di media fra le frequenze 500, 1000, 2000 hertz nell’orecchio migliore;
g) persone con gravissima disabilità comportamentale dello spettro autistico ascritta al livello 3 della classificazione del DSM-5;
h) persone con diagnosi di Ritardo Mentale Grave o Profondo secondo classificazione DSM-5, con QI<=34 e con punteggio sulla scala Level of Activity in Profound/Severe Mental Retardation (LAPMER) <= 8;
i) ogni altra persona in condizione di dipendenza vitale che necessiti di assistenza continuativa e monitoraggio nelle 24 ore, sette giorni su sette, per bisogni complessi derivanti dalle gravi condizioni psicofisiche.

Per persone in dipendenza vitale si intendono persone che hanno compromissioni:

in almeno 1 dei seguenti domini:

A)     MOTRICITÀ

  • dipendenza totale in tutte le attività della vita quotidiana (ADL): l’attività è svolta completamente da un’altra persona

B)      STATO DI COSCIENZA

  • compromissione severa: raramente/mai prende decisioni
  • persona non cosciente

e in almeno 1 dei seguenti altri domini:

A)     RESPIRAZIONE

  • Necessità di aspirazione quotidiana,
  • Presenza di tracheostomia
  • Presenza di Ventilazione assistita (invasiva o non invasiva) meno di 24 ore al giorno  e per 7 giorni alla settimana

 

B)      NUTRIZIONE 

  • Necessita di modifiche dietetiche per deglutire sia solidi che liquidi
  • Combinata orale e enterale/parenterale,
  • Solo tramite sondino naso-gastrico (SNG)
  • Solo tramite gastrostomia (es.PEG)
  • Solo parenterale (attraverso catetere venoso centrale CVC)

 Sono persone in condizione di dipendenza vitale anche le persone compromesse in un solo dominio:

  • RESPIRAZIONE: ventilazione assistita (invasiva o non invasiva) valore inferiore a 24h/7 giorni
  • NUTRIZIONE: alimentazione parenterale attraverso catetere venoso centrale

Costituisce parte rilevante e sostanziale della valutazione l’esplicitazione degli elementi relativi a:

  1. ASSISTENZA CONTINUATIVA: continuità dell’assistenza resa da famigliari e/o assistente personale (se la persona fosse lasciata sola sarebbe esposta a pericoli sostanziali di vita)
  2. MONITORAGGIO NELLE 24 ORE: monitoraggio delle condizioni di salute (parametri vitali) della persona e/o delle apparecchiature nell’arco delle 24 ore da parte di:
    • operatori sanitari dei servizi pubblico o privato accreditato: MMG/PLS, operatore ADI;
    • caregiver familiare/assistente personale, debitamente addestrati e supervisionati almeno settimanalmente da personale sanitario

 

COMPATIBILITÀ EROGAZIONE BUONO E VOUCHER CON FRUIZIONE DEI SERVIZI ED INTERVENTI DEL COMPLESSIVO SISTEMA D’OFFERTA: 

Le persone al domicilio in condizione di gravissima disabilità destinatarie del Buono possono fruire di: 

  • interventi di assistenza domiciliare: Assistenza Domiciliare Integrata, Servizio di Assistenza Domiciliare
  • interventi di riabilitazione in regime ambulatoriale o domiciliare
  • ricovero ospedaliero o riabilitativo
  • ricovero di sollievo
  • accoglienza temporanea in unità d’offerta residenziali socio sanitarie, nel caso di minori

 L’erogazione del Buono non viene riconosciuta o, se già riconosciuta, viene interrotto nei seguenti casi: 

  • accoglienza definitiva presso Unità d’offerta residenziali socio sanitarie (es. RSA, RSD, CSS, Hospice);
  • ricovero di sollievo nel caso in cui il costo del ricovero sia a totale carico del Fondo Sanitario Regionale;
  • inserimento in Unità d’offerta semiresidenziali socio sanitarie o sociali (es. CDD, CDI, riabilitazione in diurno continuo, CSE)

In caso di trasferimento della residenza nel territorio di un'altra ATS lombarda l'erogazione della misura continua, ma verrà gestita dalla nuova ATS di residenza. In caso di trasferimento della residenza della persona in altra regione l’erogazione della Misura viene interrotta. 

L’erogazione delle due tipologie di Voucher sopra indicate viene sospesa in tutti i casi nei quali la persona non si trovi presso il proprio domicilio sia definitivamente che temporaneamente.

 

ACCESSO ALLA MISURA E PRIORITA’ PER IL RICONOSCIMENTO DELLA STESSA

Hanno priorità d’accesso alla Misura:

  1. 1.     Persone in carico alla Misura B1 al 31 ottobre 2016:

a. se già valutate in dipendenza vitale, con i parametri stabiliti con la DGR n. 4249/2015,

b. se beneficiarie della Misura B1, con i parametri della ex-DGR n. 740/2013, con Progetti di Assistenza Individuali approvati alla data del 31 ottobre 2014.  Le condizioni di tali persone saranno rivalutate, così come previsto dal Decreto interministeriale.  

Nel caso la rivalutazione confermi una delle condizioni previste continueranno ad usufruire del contributo economico (misura B1). Viceversa, se l’esito della valutazione sarà negativo, saranno indirizzate ai Comuni/Ambiti Territoriali che, dovranno prioritariamente erogare la Misura B2, sulla base delle modalità e dei criteri che avranno stabilito. In attesa dell’esito della valutazione per la misura B2, esse continueranno comunque a beneficiare del contributo della misura B1.

 

  1. 2.     Persone in carico alla Misura B2 al 31 ottobre 2016:

a. già beneficiari della misura B2, esclusi a suo tempo dalla misura B1 per il superamento del limite di età (69 anni), ma in condizioni di dipendenza vitale;

b. che presentano i requisiti di disabilità gravissima previsti dal Decreto interministeriale.

 

  1. 3.     Persone di nuovo accesso, che al 31 ottobre 2016 non beneficiavano delle Misure B1 o B2:

che presentano le condizioni clinico-funzionali previste dalla DGR 5940/16.

 

Per le persone dei punti 2 e 3  la definizione della graduatoria deve essere fatta sulla base dell’ISEE ordinario in corso di validità, a partire dai valori più bassi.

 

COME PRESENTARE LA DOMANDA E DOVE TROVARE INFORMAZIONI

La domanda va presentata presso la ASST di residenza

Qui è possibile scaricare la tabella con i riferimenti.

 

NORMATIVA

Decreto interministeriale FNA 2016 del 3 novembre 2016

Delibera di Giunta Regionale n. 5940 del 5 dicembre 2016

 

MODULISTICA

La Modulistica è reperibile sui siti delle ASST.

 

ASST FATEBENFRATELLI-SACCO

http://www.asst-fbf-sacco.it/pages/pazienti/disabilita 

 

ASST RHODENSE

http://www.asst-rhodense.it/inew/ASST/avvisi/INTERVENTI_PER_PERSONE_CON_GRAVISSIME_DISABILITA.pdf

 

ASST OVEST MILANESE

http://www.asst-ovestmi.it/home  nell’area “Scopri le ultime novità”

 

ASST NORD MILANO

http://www.icp.mi.it/disabilita-gravissime

 

ASST MELEGNANO E MARTESANA

http://www.asst-melegnano-martesana.it/interventi-per-persone-con-gravissime-disabilita/

 

ASST LODI

http://www.asst-lodi.it/infoglueDeliverLive/Comunicazioni/ArchivioNotizie/News_Details?contentId=104998

ultima modifica 13 marzo 2017
Ulteriori risorse: