Elenco delle sezioni principali del sito:

Vaccinazioni antimeningococco

 

 

Il meningococco è un batterio di cui si conoscono diversi tipi. La maggior parte delle malattie meningococciche nell’uomo è dovuta ai tipi A, B, C, W135 e Y: in Italia ed in Europa i più diffusi sono attualmente il B ed il C, mentre in Africa è prevalente il tipo A. Il meningococco può essere responsabile di infezioni di varia gravità e colpire soggetti di tutte le età. Quasi sempre le infezioni non danno sintomi o provocano solo una leggera infiammazione delle alte vie respiratorie. In alcuni casi il meningococco si diffonde al sistema nervoso o in tutto il corpo causando così meningite o sepsi, malattie gravi che possono determinare lesioni permanenti o portare alla morte. La trasmissione della malattia avviene tramite le goccioline di saliva.

VACCINO

Sono disponibili tre tipi di vaccino:

1. Un vaccino “coniugato” contro il meningococco di gruppo C, raccomandato ed offerto gratuitamente a 13–15 mesi di vita, in co-somministrazione con il vaccino contro morbillo-parotite-rosolia; l’offerta gratuita prosegue per tutti i minori non vaccinati. In caso si ritenga opportuno non aderire all’offerta, verrà richiesta la compilazione del modulo di dissenso.

2. Un vaccino contro il meningococco di gruppo B, raccomandato ed offerto gratuitamente ai bambini nati a partire dal primo gennaio 2017; in caso si ritenga opportuno non aderire all’offerta, verrà richiesta la compilazione del modulo di dissenso. Il vaccino è inoltre offerto gratuitamente ai soggetti, con età inferiore ai 50 anni, affetti da patologie che rendono più suscettibili all’infezione.

3. Un vaccino tetravalente “coniugato” contro i meningococchi di gruppo A–C–W135–Y, offerto gratuitamente agli adolescenti a partire dal quindicesimo anno di vita (per il 2017 la coorte di riferimento è quella relativa ai nati 2002) e fino al compimento dei diciotto anni. Il vaccino è inoltre offerto gratuitamente ai soggetti affetti da patologie che li rendono più suscettibili all’infezione.

Il vaccino è disponibile in co-pagamento per coloro che si recano in paesi a rischio.

Per la popolazione non coinvolta nell’offerta vaccinale sopra riportata è prevista la possibilità di accedere alle vaccinazioni contro il meningococco B, C, ACWY per protezione individuale, con la formula del co-pagamento.

I vaccini vengono somministrati per via intramuscolare nel muscolo deltoide.

CONTROINDICAZIONI

La vaccinazione è controindicata in caso di reazione allergica grave (anafilassi) dopo la somministrazione ad una precedente dose di vaccino o ad un suo componente

E’ opportuno rimandare la vaccinazione in presenza di malattie acute febbrili o disturbi generali giudicati importanti dal medico.

EFFETTI COLLATERALI

La vaccinazione è di solito ben tollerata. Le reazioni nella sede dell’iniezione compaiono entro 24 – 48 ore e possono essere: rossore, gonfiore, dolore. Può venire rilevata febbre, cefalea ed irritabilità.

Come per tutti i vaccini, non è possibile escludere l’eventualità di reazioni allergiche anche gravi come lo shock anafilattico.

 

Scheda informativa meningococco

  

Inoltre, da quest'anno, sarà possibile accedere alle vaccinazioni contro il Meningococco per protezione individuale, con la formula del copagamento  per i soggetti non inclusi nelle categorie sopra descritte.

L'attivazione del servizio avverrà entro il 15 febbraio 2017.

  

Si potrà accedere al servizio previo appuntamento: i numeri di telefono per la prenotazione sono disponibili sui siti aziendali di

 

 

 L'utente può accedere a qualsiasi ambulatorio a prescindere dalla residenza.

 

Non è necessaria la prescrizione con ricetta per accedere al servizio ma, trattandosi di una scelta di protezione individuale ed essendo la vaccinazione un intervento sanitario, è importante confrontarsi preventivamente con il proprio medico curante.

 

I costi per l’esecuzione della vaccinazione sono i seguenti:

 

Vaccino

Costo totale prestazione

Antimeningococco B

83,29

Antimeningococco ACW135Y

44,27

Antimeningococco C

20,07

 

Il costo totale della prestazione è comprensivo del costo del vaccino e del costo di somministrazione per singola dose.

 

Il numero di dosi varia a seconda dell’età del vaccinato e della tipologia di vaccino.

 

 

ultima modifica 20 marzo 2017
Ulteriori risorse: